Le Nazioni Unite hanno reso disponibili le nuove regole per la sicurezza alimentare. Le norme del CODEX, International Food Standards, l’organismo che si occupa di garantire la sicurezza degli alimenti, riguardano specifici alimenti, ossia melamina, molluschi, meloni e fichi secchi.

La melamina in ambito alimentare viene utilizzata, in maniera spesso illegale, per aumentare la presenza delle proteine in determinati alimenti. Utilizzata soprattutto nel latte in polvere destinato ai bambini appena nati, nel 2010 il CODEX aveva stabilito un limite massimo di 2mg/Kg per gli alimenti dei neonati e di 2,5 mg/Kg per tutti gli altri alimenti. Le nuove regole fissano il limite a 0,15 mg/Kg nel latte in polvere, riducendo e rendendo quasi al minimo la presenza di melamina.

Per quanto riguarda i molluschi, sono state integrate delle nuove procedure per il sistema di controllo alimentare, per verificare la presenza o meno di virus o batteri. Si tratta di controlli particolarmente importanti perché virus che vengono trasmessi con l’assunzione di molluschi infetti possono provocare nell’uomo l’epatite A.

Ancora, per il melone è stato introdotto il divieto di conservare a lungo il prodotto una volta che è stato tagliato e comunque deve essere ricoperto con materiale adeguato e lasciato a un temperatura non inferiore ai 4 gradi. Il coltello utilizzato per tagliarlo deve, inoltre, essere disinfettato e controllato regolarmente.

Infine, per quanto riguarda i fichi secchi, la nuova norma coinvolge le aflatossine, sostanze presenti in questi alimenti e considerate cancerogene. Il CODEX ha fissato un limite di 10mg/Kg di aflatossine nei fichi secchi.