Ogni responsabile dell’autocontrollo alimentare, ha l’obbligo di definire i metodi adottati dall’azienda per far fronte alle criticità e alle situazioni di emergenza per quel che riguarda la salubrità degli alimenti utilizzati. Come in tutte le attività che si occupano di somministrazione alimentare, anche nei bar, è importante l’analisi dei rischi nel locale deposito ovvero quando, una volta acquistati, i prodotti e le bevande vengono conservati in attesa di essere venduti.

Nel piano di autocontrollo, dovranno essere inserite tutte le informazioni riguardo il magazzino, la sua collocazione (stesso livello o piano terra) pavimentazione e eventuale coibentazione (frigo, vernici per le pareti ecc); si dovrà fare riferimento  inoltre alla planimetria per analizzare lo spazio dedicato ai prodotti e la sua ubicazione allo scopo di verificarne l’idoneità dì utilizzo e l’omologazione.

Accesso e finestre:

Altra caratteristica importante da segnalare nel manuale HACCP per bar riguardo i depositi sono i punti di accesso al locale e la presenza delle finestre. Onde evitare alterazioni dei cibi, dovrà essere garantito uno spazio al riparo dalla luce, da fonti di calore o umidità che potrebbero compromettere la salubrità degli alimenti.

Se cerchi un servizio di consulenza per l’igiene alimentare nei bar, contatta un nostro esperto senza impegno.